Esperienza in bicicletta

Tre sono le aree più interessanti per scoprire e sperimentare il Veneto in sella alla tua bici.

Bibione e Venezia

L’Italia dei campanili, dei gioielli nascosti e dei paesaggi da cartolina è ben evidente a Bibione e Venezia, con scenari incantevoli,…

Tre sono le aree più interessanti per scoprire e sperimentare il Veneto in sella alla tua bici.

Bibione e Venezia

L’Italia dei campanili, dei gioielli nascosti e dei paesaggi da cartolina è ben evidente a Bibione e Venezia, con scenari incantevoli, belli da percorre in bici con un ritmo sano e naturale. Insomma, uno scrigno di infinite bellezze poco distante dalla Serenissima Venezia, patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Fare una vacanza in bici a Bibione e Venezia significa, quindi, scegliere di pedalare su itinerari che si snodano lungo le direttrici delle vie d’acqua e la zona della laguna dove spingere forte sui pedali: il più famoso è il Gira Tagliamento. La destinazione è particolarmente apprezzata dai ciclisti nei mesi di Marzo, Aprile quando il clima è mite ed è possibile macinare un bel po’ di chilometri rodando così la gamba in vista di giri più impegnativi, oppure nel periodo Settembre-Ottobre per ricaricare le energie grazie anche alla possibilità di abbinare sole, mare e relax. Gli itinerari che si possono effettuare vanno dai giri di 20-30 km fino a quelli più lunghi di 100 km.

Prosecco Area

L‘ area si caratterizza per il particolare microclima e terreno assai vario (argilloso ma non troppo) disseminato di sentieri, strade bianche a totale contatto con la natura nelle colline del Prosecco, segnate dalla presenza di infiniti vigneti che si allungano a perdita d’occhio in morbidi e sinuosi profili collinari. Salite brevi ma dalle pendenze impegnative, single track tecnici dove mettere alla prova le tue abilità fino alla sfida al Monte Grappa, sede più volte di arrivi di tappa del Giro d’Italia, e le diverse Bretelle che cominciano e terminano sull’Anello ciclistico del Montello.

Piccole Dolomiti e Parco Naturale della Lessinia

Sono in molti a pensare che le Dolomiti siano una prerogativa del Trentino, ma buona parte di questa catena montuosa si sviluppa in Veneto. Come ad esempio la sezione Ampezzana i cui territori comprendono massicci imponenti (del Croda da Lago, del Nuvolau o del Cristallo con Auronzo di Cadore). Tuttavia poco più sotto al confine tra Vicenza, Verona e Trento si trovano le Piccole Dolomiti con il Parco Naturale della Lessinia: altitudine inferiore, ma nulla da invidiare alle più grandi Dolomiti. Sono i primi rilievi che si incontrano risalendo dalla pianura veneta, per questo rappresentano un buon compromesso per chi vuole pedalare su percorsi pianeggianti e poi raggiungere vette fino a 1.800 m sul livello del mare. Spazi aperti, distese prative punteggiate da malghe e rifugi, sentieri e mulattiere, sfide leggendarie, luoghi sacri alla Patria: sono questi gli ingredienti dell’offerta off-roads delle Piccole Dolomiti.

scopri di più

Gastronomia

Spaghetti al nero di seppia

Piatto che viene dalla tradizione povera dei pescatori di alcune zone costiere e che nella tradizione veneta viene anche servito con polenta abbrustolita. Nella laguna di Venezia, si utilizzava il nero di seppia fin dai tempi antichi, per…

Spaghetti al nero di seppia

Piatto che viene dalla tradizione povera dei pescatori di alcune zone costiere e che nella tradizione veneta viene anche servito con polenta abbrustolita. Nella laguna di Venezia, si utilizzava il nero di seppia fin dai tempi antichi, per condire le seppie tagliate a tocchetti.

Moscardini

I moscardini sono una vera prelibatezza nella cucina veneta e si possono gustare caldi o freddi. A differenza del polpo, il moscardino ha una sola fila di ventose per tentacolo.

Pasta e fasoi

Minestra preparata con fagioli cotti e passati al setaccio, cui vengono aggiunte in cottura le tagliatelle e servita con un pezzo di lardo, pepe, grana grattugiato e olio crudo.

 

Gran bollito alla padovana

Ingrediente fondamentale è il cotechino. Si tratta di un piatto di carne lessa che include anche la lingua salmistrata, la testina di vitello, carne di gallina serviti con cren, salsa verde, mostarda e sale grosso.

Conegliano-Valdobbiadene DOCG

Vino fresco ed elegante conosciuto in tutto il mondo la sua versatilità. Abbinamenti eccellenti includono i prodotti gastronomici tipici della cucina veneta, della cucina moderna e ai preziosi frutti della terra come il Radicchio di Treviso, l’Asparago Bianco, i formaggi di produzione locale come il Morlacco e l’Imbriago.

Bollito con la Pearà

Carne di manzo accompagnata da una salsa a base di pane grattugiato, formaggio, midollo, brodo e pepe nero.

La sbrisolona veronese

Il nome deriva da brise (ovvero briciole) perché per servirsi di una fetta è necessario dare un colpetto con il pugno al centro e le grosse briciole che ne usciranno saranno le porzioni da cui attingere. Si tratta di un dolce tipico da accompagnare con il Recioto di Soave o il Valpolicella.

 

scopri altri piatti

Storia & Cultura

Bibione, in provincia di Venezia, e tutto il territorio del Portogruarese, vantano numerose testimonianze della Repubblica Serenissima oltre che romane, medioevali e rinascimentali e permettono di scoprire la storia e la cultura cristiana attraverso itinerari fra musei e chiese…

Bibione, in provincia di Venezia, e tutto il territorio del Portogruarese, vantano numerose testimonianze della Repubblica Serenissima oltre che romane, medioevali e rinascimentali e permettono di scoprire la storia e la cultura cristiana attraverso itinerari fra musei e chiese antiche.

Bibione ospita anche un’oasi naturale di grande interesse, una folta pineta popolata da varie specie animali e vegetali.

Poco distante da Bibione spicca una città d’arte tre le più famose e belle al mondo: Venezia, pittoresca con le sue calli (strette vie pedonali) ed i canali attraversati dalle caratteristiche gondole, ma anche luogo di inestimabile cultura, che assieme alla sua laguna fa parte del patrimonio Unesco. Tra le opere d’arte da vedere, piazza San Marco, cuore pulsante del centro, con l’omonima basilica, il Palazzo Ducale e le sinagoghe del ghetto.

 

Per Prosecco Area si intende il territorio delle province del Veneto (esclusa Rovigo e Verona) e tutte quelle del Friuli-Venezia Giulia all’interno delle quali avviene la produzione di due DOCG: il Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene e dei Colli Asolani-Prosecco.

Divenuto noto negli anni ’90, ai primi dei Cinquecento vi era la necessità di distinguere la ribolla triestina dagli altri vini dallo stesso nome prodotti nel Goriziano e a costi inferiori in Istria. Così a fine secolo avvenne il cambio di denominazione e soprattutto alla precisa caratterizzazione geografica suggerita dall’identificazione del luogo di produzione dell’antichità, il castellum nobile vino Pucinum con il Castello di Prosecco, nei pressi della località di Prosecco.

 

La Lessinia e le Piccole Dolomiti sono l’area montana a nord di Verona in Veneto. Si tratta di un’area dalle antichissime origini nota soprattutto per la presenza di fossili. In particolare il Parco Naturale Regionale della Lessinia si estende per 10.000 ettari sull’altopiano superiore dei Monti Lessini fino alle pendici delle Piccole Dolomiti tra i 1.200 e 1.800 m. Ed è proprio in questi spazi che si insediò nel II secolo d.C. il popolo germanico dei Cimbri.

 

scopri di più

Richiedi un preventivo gratuito a questi bike hotels

Risposta diretta dagli hotel che hai scelto
Quotazione in poche ore…controlla la tua email!
Niente SPAM, avremo cura dei tuoi dati
La tua richiesta verrà inviata a n. 4 hotel.