10 salite micidiali ancora troppo sottovalutate

La bici da strada è uno sport che regala molto all’appassionato. Ogni colpo di pedale regala velocità e libertà. La tua bici può portarti in poco tempo in luoghi lontani o può farti raggiungere vette che fanno venire i brividi solo leggendo le specifiche tecniche sulla carta. Se stai leggendo questo articolo sai già cosa ti aspetta!

Abbiamo selezionato 10 salite tremende che dovresti pedalare almeno una volta nella vita. Salite che vivono al cospetto di quelle più monumentali, più famose, ma che in poche pedalate saranno in grado di farti capire di che pasta sono fatte.

San Boldo e Monte Grappa

 

Lunghezza Quota fine salita Dislivello
San Boldo 6,3 km 666 m slm 431 m
Monte Grappa 25,2 km 1.769 m slm 1.528 m

 

Situate entrambe nelle Prealpi Bellunesi – il Passo San Boldo e il Monte Grappa – sono delle salite iconiche. La prima, conosciuta anche come Strada dei 100 giorni perché realizzata appunto in 100 giorni, mette in comunicazione la provincia di Trento con quella di Belluno. La vetta è raggiungibile da 2 versanti (quello da Trichiana e quello da Tovena): noi ti consigliamo quello da Tovena perché si trova sulla Strada del Vino e del Prosecco e si caratterizza per l’alternarsi di ben 18 tornanti.

La seconda ascesa, il Monte Grappa, è percorribile da ben 10 versanti diversi. Queste diverse ascese prendono il nome di “Le salite della vita”. Noi ti consigliamo il versante da Romano d’Ezzelino, oltre 20 km di salita. Che aggiungere: chi la dura la vince!

Scopri tutti gli Hotel in Veneto


Mottarone

Italy Bike Territory – Lago Maggiore

 

Lunghezza Quota fine salita Dislivello
Mottarone 11.56 km 538 m a.s.l 1,428 m

 

Il Mottarone è un must per tutti gli amanti delle due ruote e non solo sul Lago Maggiore. Il versante che ti consigliamo è quello da Armeno, il più impegnativo: poco meno di 12 km e un dislivello di circa 1.400 m. La pendenza media non è elevata, ma i continui strappi, soprattutto nella parte iniziale, possono trarre in inganno anche i ciclisti più allenati.

Scopri tutti gli Hotel sul Lago Maggiore


Torri di Fraele

Italy Bike Territory – Bormio

 

Lunghezza Quota fine salita Dislivello
Torri di Fraele 13.56 km 1,944 m a.s.l 743 m

 

All’ombra dei giganti dello Stelvio e del Gavia si arrampica la salita che da Cancano porta alle Torri di Fraele. Strada nata per esigenze militari oggi è godimento allo stato puro per i ciclisti di tutto il mondo. Lasciato Bormio alle spalle in direzione Stelvio e raggiunga la località di Premadio ti basterà guardare in alto per capire cosa ti aspetta: poco meno 14 km di ascesa con una pendenza media del 7%.

Scopri tutti gli Hotel a Bormio


Mendola, Plan de Corones e San Pellegrino

Italy Bike Territory – Dolomiti

 

Lunghezza Quota fine salita Dislivello
Mendola 15.0 km 1,363 m a.s.l 963 m
Plan de Corones 5.2 km 2,238 m a.s.l 510 m
San Pellegrino 11.7 km 1,918 m a.s.l 740 m

 

Tre salite nelle Dolomiti molto diverse tra di loro per chilometraggio, quota massima raggiunta e dislivello. La Mendola in Val di Non (Trentino), si sviluppa in 17 tornanti che tagliano la montagna fino al Lago di Caldaro. Le pendenze sono regolari e mai eccessive. Ogni anno – l’ultimo sabato di settembre – viene chiusa al traffico per lasciare libero sfogo ai ciclisti, potrebbe essere l’occasione giusta per una vacanza di fine estate.

Se invece sei alla ricerca di qualcosa di più impegnativo e veramente sfidante ti consigliamo di cerchiare di rosso Plan de Corones: sulla terra ci sono poche salite proibitive come questa. La strada che dal passo Furcia raggiunge Plan de Corones è interamente realizzata con una speciale miscela ecologica di ghiaia e cemento. I chilometri di ascesa sono appena 5, ma non temere, le pendenze sono veramente micidiali, nell’ultimo km la strada si inerpica anche al 24%.

Infine il passo San Pellegrino. Al cospetto di Pordoi e Sella potrebbe sembra un valico minore ma i continui cambi di pendenza si avvertono immediatamente e i pedali sembrano non girare più come nei dolci tratti a fondovalle. I lunghi tratti rettilinei sono la caratteristica principale di ascesa, mentre i tornati sono solo un miraggio.

Scopri tutti gli Hotel sulle Dolomiti


Campo Imperatore e Blockhaus

Italy Bike Territory – Abruzzo

 

Lunghezza Quota fine salita Dislivello
Campo Imperatore 22 km 1,687 m a.s.l 1,697 m
Blockhaus 37.8 km 2,129 m a.s.l 1,472 m

 

Se i chilometri di salita non ti bastano proprio mai, eccoti accontentato. Campo Imperatore e il Blockhaus sono due salite costanti ma lunghissime. I tratti rettilinei sembrano infiniti e non danno la percezione che la strada sale. È solo una percezione appunto, perché il dislivello in entrambi i casi è impegnativo. In alcuni tratti le pendenze raggiungono anche doppia cifra.

Piccola curiosità: è sul Blockhaus che il Cannibale – Eddy Mercks – fece sapere a tutti che le salite non lo spaventano.

Scopri tutti gli Hotel in Abruzzo


Monte Carpegna

Italy Bike Territory – Riviera Adriatica

 

Lunghezza Quota fine salita Dislivello
Monte Carpegna 6 km 1,367 m a.s.l 627 m

 

Questa è la salita di Marco Pantani, lo scalatore che veniva da mare – Cesenatico – e preparava, proprio su queste rampe, le sue vittorie ai grandi Giri. La salita misura 6 km dal centro abitato di Carpegna con una pendenza media del 10%, gli ultimi due km sono i più ripidi, intorno al 12%: quelli che chiamiamo il Cippo.

Scopri tutti gli Hotel sulla Riviera Adriatica

© Riproduzione riservata